News

0882.33.34.27

info@casaemutuo.net

Si avvicina la scadenza del 16 dicembre che vede interessati i proprietari di immobili: nella stessa data si concentrano sia il saldo che il conguaglio 2014 di IMU e TASI.

IMU

Sono esentate dal versamento IMU 2014 le abitazioni principali non classificate come categorie A/1, A/8 , A/9 (appartamenti di lusso, castelli, ville, ecc.). Per le altre proprietà immobiliari (seconde case e immobili di lusso) a giugno è stato versato l’acconto IMU e dicembre è tempo di saldo. L’appuntamento è fissato al 16 dicembre.

Approfondisci

Il lavoro interinale in Italia è poco utilizzato ma la Riforma Lavoro 2015, ovvero il Jobs Act, incentiverà il ricorso alle Agenzie di lavoro temporaneo. L’analisi è firmata Moody’s, gigante del rating internazionale, che nel report «Italy’s staffing industry will benefit from labour market reforms» (il mercato del lavoro interinale italiano beneficerà della Riforma Lavoro), sottolinea come la riforma – se centrerà i suoi obiettivi –  «porterà a un maggior ricorso alle agenzie di lavoro temporaneo». Il vantaggio, in primis, non è tanto per lavoratori e aziende quanto per le agenzie.

La legge delega sul lavoro (dopo il via libera della Camera in Senato in terza lettura):

«offrirà alle imprese maggiori possibilità di fare ricorso al lavoro temporaneo» a tutto vantaggio delle  agenzie interinali, i cui maggiori volumi si traducono in «maggiori margini di guadagno a loro favore, perché la base dei costi non crescerà proporzionalmente ai ricavi».

Approfondisci

Attivo il Fondo di Garanzia per la prima casa del Ministero dell’Economia: è pronto il modulo per richiedere in banca l’accesso all’agevolazione prevista dal Decreto Interministeriale 31.7.2014 pubblicato in Gazzetta il 29 settembre 2014. L’obiettivo è quello di favorire l’erogazione del credito per l’acquisto della prima casa grazie alla concessione di una garanzia dello Stato fino al 50% della quota capitale del mutuo richiesto.

Mutuo agevolato

La garanzia viene concessa per acquisto di immobili non di lusso da adibire ad abitazione principale, abbinato eventualmente anche alla ristrutturazione  in ottica di efficientamento energetico. Tra i vincoli è richiesto che il mutuo non superi l’importo di 250mila euro.

Approfondisci

Si avvicina il termine per il pagamento della cedolare secca, l’acconto deve essere versato entro il 30 novembre 2014, che però quest’anno cade di domenica, facendo slittare la scadenza fiscale al 1° dicembre. Si tratta dell’imposta risultante dalla dichiarazione dei redditi annuale, presentata mediante modello UNICO 2014. Il versamento dell’acconto può avvenire in due rate o in una unica, la scadenza del 1° dicembre riguarda la seconda o unica rata dell’acconto dell’imposta sostitutiva dell’IRPEF e delle relative addizionali sui canoni di locazione abitativa, nonché dell’imposta di registro e dell’imposta di bollo sui contratti di locazione.

Ricordiamo che ora, per effetto del nuovo Decreto legge 47/2014 (c.d. Decreto Casa) optare per questo regime è diventato ancora più conveniente, poiché l’aliquota per i contratti a canone concordato è passata dal 15% al 10%, contro il prelievo per le altre tipologie di contratti pari al 21%, in più la riduzione della percentuale di abbattimento dei canoni ai fini IRPEF passa dal 15% al 5%. Tornando all’acconto, questo è dovuto se l’importo dell’imposta sostitutiva dovuta per l’anno precedente supera i 51,65 euro e per il calcolo può essere effettuato con metodo previsionale o storico.

Approfondisci