News

0882.33.34.27

info@casaemutuo.net

Il Ministero del Tesoro ha comunicato il via al Fondo statale da 650 milioni di euro per i mutui prima casa, a fronte della firma del Protocollo d’intesa da parte del Direttore Generale del Tesoro, Vincenzo La Via, e dal Direttore Generale dell’ABI, Giovanni Sabatini. Il Protocollo, si legge sul sito del MEF

“Fissa tempi certi per l’operatività del Fondo: le banche/intermediari finanziari hanno trenta giorni lavorativi, dal momento della loro adesione all’iniziativa, per erogare il servizio ai cittadini, a patto che la Consap, società del MEF gestore del Fondo, abbia predisposto da almeno 30 giorni lavorativi il manuale d’uso per l’accesso delle stesse banche all’infrastruttura telematica”.

Approfondisci

Per gli inquilini alle prese con il pagamento TASI 2014 è frequente che l’imposta totale annua risulti inferiore a 12 euro, e che di conseguenza non vada pagata perché sotto la soglia di esenzione. A Milano, ad esempio, la TASI per l’affitto di un appartamento con rendita catastale fino a 850 euro risulta sotto il tetto minimo, per cui si paga solo dai 900 euro circa di rendita in su (comprese le categorie A1, A8, A9); a Roma, invece, i 12 euro vengono raggiunti prima. Vediamo dunque le diverse soglie di rendita sopra cui scatta il pagamento TASI in quanto superiore a 12 euro.

Regola generale

Il Comune, con la delibera TASI, stabilisce una quota per l’affittuario dal 10 al 30%. Anche se per l’inquilino l’appartamento fosse prima casa, ai fini dell’aliquota da applicare si deve fare riferimento alla destinazione d’uso del proprietario, calcolando su questa la propria quota: se prevista, si applica l’aliquota per immobili in locazione, diversamente quella per le seconde case, almeno nella maggior parte dei casi; è infatti difficile che un proprietario affitti la sua prima casa, ne qual caso si applicherà l’aliquota per prime abitazioni.

Approfondisci

Pubblicato sul sito istituzionale del Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali il decreto bonus occupazionale (Decreto Direttoriale 1709\SegrDG\2014) che rende operativo il progetto “Garanzia Giovani”.

Bonus Assunzioni

Si tratta dell’incentivo destinato ai datori di lavoro che assumono i giovani tra i 16 ed i 29 anni che non risultano essere né occupati né inseriti in un percorso di studio o formazione iscritti al al “Programma Operativo Nazionale per l’attuazione della Iniziativa Europea per l’Occupazione dei Giovani” (in breve Programma “Garanzia Giovani”), in caso di assunzioni effettuate a partire dal 3 ottobre 2014 con contratti a tempo indeterminato o a tempo determinato di durata pari o superiore ai 6 mesi effettuate.

Approfondisci

La Legge di Stabilità 2015 conterrà la proroga dei bonus per ristrutturazione edilizia e riqualificazione energetica degli edifici, che non saranno rimodulati ma resteranno ai livelli attuali: 50 e 65%. La conferma arriva dal ministero delle Infrastrutture, Maurizio Lupi, a margine delle celebrazioni per i 50 anni dell’Autostrada del Sole:

«nella Legge di Stabilità questo provvedimento ci sarà e si completerà con il decreto Sblocca Italia, che mette 4 miliardi di euro a disposizione». Il Governo intende dunque prorogare le agevolazioni lasciandole ai livelli attuali «perché questo provvedimento è uno dei pochi che ha funzionato».

Di fatto, secondo gli ultimi aggiornamenti Cresme e Camera dei Deputati, il Bonus Casa nel 2013 ha prodotto interventi per 27,5 miliardi di euro (+40% sul 2012) dei quali 23,5 mld da investimenti in ristrutturazioni e 4 mld da lavori di riqualificazione energetica.

Approfondisci