0882.33.34.27

info@casaemutuo.net

Aumentano i Comuni che hanno deliberato le aliquote TASI 2014 (compresa Milano) ma per i ritardatari il Ministero delle Finanze ha emesso una nota per ricordare scadenze, norme e modalità di trasmissione. Per chiamare i cittadini alla cassa il 16 ottobre con la rata di acconto TASI, infatti, bisogna deliberare e comunicare i regolamenti entro il 10 settembre; se l’amministrazione non rispetta il termine, i proprietari di immobili verseranno tutto a dicembre con aliquota base dell’1 per mille.

Trasmissione delibere TASI o IUC

L’unica modalità di trasmissione degli atti da parte è l’inserimento nell’apposito portale delle Finanze delle delibere e dei relativi regolamenti.

Approfondisci

Le vendite di auto ristagnano da tempo, le tasse per gli automobilisti in compenso crescono: di conseguenza, per invertire la marcia il Governo sta pensando a nuove forme di agevolazione all’acquisto, ma con uno strumento diverso dagli eco-incentivi degli ultimi anni, destinati per lo più alle aziende. L’annuncio è del Ministro dei Traporti, Maurizio Lupi:

«dobbiamo fare politiche che incentivino il rinnovo del parco macchine nel nostro Paese», spiega, anche perché il circolante italiano è fra i più vecchi d’Europa, e questo è «un problema di sicurezza, di impatto ambientale e di qualità della vita».

Approfondisci

Un regolamento unicoper tutti i comuni italiani, semplificazioni in Edilizia e per l’utilizzo dei Fondi Europei, incentivi per le infrastrutture (partendo dalla banda larga): sono molte le novità che il governo Renzi si appresta a inserire nel nuovo pacchetto “Sblocca Italia“, in occasione del prossimo Consiglio dei Ministri, previsto per il 31 luglio. Per conoscere le misure vere e proprie bisogna attendere l’ufficialità, ma nel frattempo analizziamo le anticipazioni sui contenuti del provvedimento che ha l’obiettivo di accelerare sulla crescita, puntando su un settore chiave come l’Edilizia.

Sblocca Italia

Le misure, secondo quanto si prevede, saranno distribuite in diversi provvedimenti: le più urgenti in decreti legge, le altre in disegni di legge. Fra queste ultime potrebbe esserci la riforma del Codice degli Appalti in recepimento delle Direttive UE 2014  n.24 (appalti pubblici nei settori tradizionali) e n.25, (appalti sulle utilities).

Approfondisci

Grazie a due nuovi protocolli d’intesa la Regione Puglia avvierà importanti misure per favorire l’occupazione locale.

Si tratta dell’accordo siglato tra Regione Puglia e Cgil, Cisl, Uil, Ugl (“Piano straordinario per il lavoro-per un lavoro di cittadinanza”) e dell’intesa per «potenziare il livello di efficacia del sistema della formazione professionale al fine di incrementare il livello di occupabilità delle persone; coinvolgere attivamente gli attori istituzionali e socio-economici nella identificazione e nell’attivazione delle leve di crescita del sistema produttivo territoriale.»

Approfondisci

178