News

0882.33.34.27

info@casaemutuo.net

Un regolamento unicoper tutti i comuni italiani, semplificazioni in Edilizia e per l’utilizzo dei Fondi Europei, incentivi per le infrastrutture (partendo dalla banda larga): sono molte le novità che il governo Renzi si appresta a inserire nel nuovo pacchetto “Sblocca Italia“, in occasione del prossimo Consiglio dei Ministri, previsto per il 31 luglio. Per conoscere le misure vere e proprie bisogna attendere l’ufficialità, ma nel frattempo analizziamo le anticipazioni sui contenuti del provvedimento che ha l’obiettivo di accelerare sulla crescita, puntando su un settore chiave come l’Edilizia.

Sblocca Italia

Le misure, secondo quanto si prevede, saranno distribuite in diversi provvedimenti: le più urgenti in decreti legge, le altre in disegni di legge. Fra queste ultime potrebbe esserci la riforma del Codice degli Appalti in recepimento delle Direttive UE 2014  n.24 (appalti pubblici nei settori tradizionali) e n.25, (appalti sulle utilities).

Approfondisci

Grazie a due nuovi protocolli d’intesa la Regione Puglia avvierà importanti misure per favorire l’occupazione locale.

Si tratta dell’accordo siglato tra Regione Puglia e Cgil, Cisl, Uil, Ugl (“Piano straordinario per il lavoro-per un lavoro di cittadinanza”) e dell’intesa per «potenziare il livello di efficacia del sistema della formazione professionale al fine di incrementare il livello di occupabilità delle persone; coinvolgere attivamente gli attori istituzionali e socio-economici nella identificazione e nell’attivazione delle leve di crescita del sistema produttivo territoriale.»

Approfondisci

Nuova opportunità per chi svolge professioni legate all’Agricoltura e all’Agroalimentare, soprattutto se ha meno di 40 anni: in vendita o in locazione ci sono 5.550 ettari di terreni pubblici, nell’ambito del decreto “Terrevive“. Si tratta di un provvedimento firmato dal ministro Maurizio Martina in applicazione del dl 1/2012, convertito con la legge 27/2012. I terreni appartengono a Demanio, Corpo Forestale e CRA (Consiglio per la Ricerca e la sperimentazione in Agricoltura): almeno il 20% dovrà essere dato in affitto mentre la parte restante verrà messa in vendita. Obiettivi del provvedimento, dare nuovo impulso all’imprenditoria agricola, settore chiave del Made in Italy.

Approfondisci

Pubblicato in Gazzetta Ufficiale il Dlgs 102/2014 che recepisce la Direttiva 2012/27/UE e dà il via ad un Piano da 800 milioni di euro per gli interventi di riqualificazione energetica, introducendo tra le novità del testo definitivo i bonus volumetrici per gli edifici efficienti. In sostanza il decreto recante “Attuazione della direttiva 2012/27/UE sull’efficienza energetica, che modifica le direttive 2009/125/CE e 2010/30/UE e abroga le direttive 2004/8/CE e 2006/32/CE”, in vigore dal 19 luglio, incentiva la riduzione dei consumi energetici degli edifici nuovi ed esistenti consentendo un aumento di volumi e spessori e con deroghe alle distanze minime. Il decreto prevede che l’ENEA predisponga ogni 3 anni una proposta per la riqualificazione energetica degli edifici residenziali e commerciali, sia pubblici che privati. Tra gli obiettivi quello di portare il maggior numero di edifici a Energia Quasi Zero (come previsto dal Dlgs 192/2005) e di ottenere una riduzione dei consumi di energia primaria del -20% entro il 2020.

Approfondisci