News

0882.33.34.27

info@casaemutuo.net

Non solo è necessario rinviare la scadenza per la trasmissione del modello 770 2014 ma è importante spostarla definitivamente al 30 settembre ogni anno:  è la richiesta arriva dell’Ordine dei Commercialisti ed Esperti Contabili (ODCEC), che si aggiunge a quelle già formulate dalle altre associazioni di professionisti per la proroga dell’adempimento in base al quale i sostituti d’imposta comunicano all’Agenzia delle Entrate i dati sulle ritenute effettuate.

Approfondisci

Il cosiddetto decreto IMU (decreto legge n. 102/13) ha previsto aiuti di Stato per gli affittuari che per motivi che esulano dalla propria volontà non siano riusciti a pagare il canone di affitto. La norma, attuata dal recente decreto del ministro delle infrastrutture e dei trasporti sulla «morosità incolpevole» pubblicato in G.U. n. 161 del 14 luglio 2014, prevede uno stanziamento di 20 milioni di euro per il 2014 e di ulteriori 20 milioni per il 2015.

La richiesta dei contributi dovrà essere inoltrata al Comune. I contributi verranno erogati a favore di chi a causa della crisi o di problematiche familiari accertate non abbiano pagato i canoni di affitto, per un massimo di 8 mila euro. Il plafond verrà ripartito su base regionale e con priorità per le Regioni virtuose

Approfondisci

Moduli unificati e semplificati in tutta Italia per la presentazione dell’istanza del permesso di costruire e la SCIA (Segnalazione Certificata di Inizio Attività), di cui al DPR 6 giugno 2001, n. 380, alla L. n. 241/1990 e al DPR 7 settembre 2010, n. 160, come previsto dall’accordo tra Governo, Regioni, Province autonome, ANCI e UPI, raggiunto nel corso della seduta del 12 giugno 2014 della Conferenza Unificata e pubblicato in Gazzetta Ufficiale (n.161 del 14-7-2014 – Suppl. Ordinario n. 56).

Vengono quindi uniformati gli adempimenti in ambito edilizio, così che in tutti i Comuni possa essere resa disponibile la stessa modulistica, come richiesto da tempo da professionisti e imprese del settore edile che da sempre hanno a che fare con modelli diversi da Comune a Comune.

Approfondisci

Ancora poco tempo per le imprese agricole che producono energia elettrica da fonti agroforestali e fotovoltaiche per effettuare il ricalcolo dell’acconto delle imposte sui redditi per l’anno 2014.

Il 16 luglio, infatti, scadono i termini per il versamento con maggiorazione dell’acconto 2014, rideterminato secondo le nuove regole introdotte dall’art. 22 del D.L. n. 66/2014, convertito nella Legge n. 89/2014 (decreto IRPEF). La scadenza per la determinazione forfetaria del reddito per le imprese agricole con fotovoltaico introdotta dalla norma di legge era in realtà il 16 giugno, ma essendo la legge di conversione del 23 giugno ora è necessario provvedere al versamento entro il 16 luglio con l’applicazione della maggiorazione dello 0,40%.

Approfondisci