News

0882.33.34.27

info@casaemutuo.net

La Regione Puglia ha prorogato il bando per l’erogazione di incentivi per la promozione turistica destinato alle aggregazioni di imprese locali. L’avviso pubblico riguarda le manifestazioni di interesse per la selezione di Club di prodotto sul segmento business & incentive, nell’ambito del progetto “MICE in Italia”.

I contributi sono finalizzati alla realizzazione di nuovi progetti in ambito turistico, iniziative portate avanti da imprese riunite con Contratti di rete e appartenenti alla filiera produttiva del turismo business (che comprende servizi ricettivi e organizzativi, intermediazione, gestione centri congressi e spazi espositivi).

Approfondisci

I nuovi controlli per erogare i rimborsi fiscali sopra i 4mila euro risultanti “anche” da detrazioni nel 730/2014 per familiari a carico o da crediti dell’anno precedente riguarderanno solo pochi contribuenti (meno dello 0,5%), che comunque riceveranno le somme non più tardi di ottobre. La precisazione arriva dall’Agenzia delle Entrate dopo una serie di dubbi avanzati negli ultimi giorni dagli organi di stampa. Il riferimento normativo è il comma 586 della Legge di Stabilità 2014, che introduce la verifica preventiva per le fattispecie in oggetto e nei limiti indicati.

Approfondisci

Ancora in sospeso la sorte di numerosi lavoratori esodati, penalizzati dalla Riforma delle Pensioni Fornero e ora alla Camera dei Deputati sono allo studio nuove tutele. La discussione alla Camera di un progetto di legge è stata calendarizzata per il 23 giugno con l’obiettivo di dare trovare una soluzione definitiva all’annoso problema degli esodati rimasti da ormai 3 anni senza pensione né lavoro.

Progetto di legge

Secondo le previsioni il nuovo progetto di legge sugli esodati dovrebbe vedere tra la platea dei salvaguardati anche i lavoratori che avevano stipulato dei contratti a termine. Si tratta nello specifico di una sorta di sintesi, dei vari progetti di legge che sono stati depositati nel tempo alla Camera per dare definitivamente una risposta certa agli esodati. Il testo unico così ottenuto è frutto di più di un anno di confronto in Commissione Lavoro alla Camera e del lavoro di un Comitato Ristretto al quale era stato affidato il compito di mediare tra le forze parlamentari presenti in Commissione.

Approfondisci

Una delle novità della TASI, rispetto all’IMU, è che una quota dell’imposta sull’immobile è a carico dell’inquilino / locatario, per la prima volta alle prese con l’adempimento fiscale e con non poche difficoltà. Come dividere la quota con il proprietario? Come pagare? In parte risponde il Dipartimento delle Finanze con le nuove FAQ, mentre restano punti oscuri su cui occorre compiere degli sforzi intepretativi, ad esempio sulle modalità di versamento (quali sarebbero i codici tributo per la quota inquilino?). Vediamo una breve guida per chi vive in affitto.

Scadenze TASI per affitti

La prima cosa da fare è controllare se il Comune in cui è situato l’immobile è fra i 2.200 che hanno deliberato lealiquote IUC 2014 in tempo per l’acconto del 16 giugno: la delibera deve essere stata approvata entro il 23 maggio e pubblicata sul sito dell’amministrazione entro il 31 maggio. In questo caso i locatari di immobili che si trovano in uno di questi Comuni pagheranno a giugno. Se invece (come succede nella maggioranza dei Comuni) non c’è delibera, inquilini e proprietari non dovranno pagare l’acconto TASI a giugno ma in autunno (rinvio inserito come emendamento al Decreto IRPEF e previsto in apposito decreto legge).

Approfondisci