News

0882.33.34.27

info@casaemutuo.net

Ancora in sospeso la sorte di numerosi lavoratori esodati, penalizzati dalla Riforma delle Pensioni Fornero e ora alla Camera dei Deputati sono allo studio nuove tutele. La discussione alla Camera di un progetto di legge è stata calendarizzata per il 23 giugno con l’obiettivo di dare trovare una soluzione definitiva all’annoso problema degli esodati rimasti da ormai 3 anni senza pensione né lavoro.

Progetto di legge

Secondo le previsioni il nuovo progetto di legge sugli esodati dovrebbe vedere tra la platea dei salvaguardati anche i lavoratori che avevano stipulato dei contratti a termine. Si tratta nello specifico di una sorta di sintesi, dei vari progetti di legge che sono stati depositati nel tempo alla Camera per dare definitivamente una risposta certa agli esodati. Il testo unico così ottenuto è frutto di più di un anno di confronto in Commissione Lavoro alla Camera e del lavoro di un Comitato Ristretto al quale era stato affidato il compito di mediare tra le forze parlamentari presenti in Commissione.

Approfondisci

Una delle novità della TASI, rispetto all’IMU, è che una quota dell’imposta sull’immobile è a carico dell’inquilino / locatario, per la prima volta alle prese con l’adempimento fiscale e con non poche difficoltà. Come dividere la quota con il proprietario? Come pagare? In parte risponde il Dipartimento delle Finanze con le nuove FAQ, mentre restano punti oscuri su cui occorre compiere degli sforzi intepretativi, ad esempio sulle modalità di versamento (quali sarebbero i codici tributo per la quota inquilino?). Vediamo una breve guida per chi vive in affitto.

Scadenze TASI per affitti

La prima cosa da fare è controllare se il Comune in cui è situato l’immobile è fra i 2.200 che hanno deliberato lealiquote IUC 2014 in tempo per l’acconto del 16 giugno: la delibera deve essere stata approvata entro il 23 maggio e pubblicata sul sito dell’amministrazione entro il 31 maggio. In questo caso i locatari di immobili che si trovano in uno di questi Comuni pagheranno a giugno. Se invece (come succede nella maggioranza dei Comuni) non c’è delibera, inquilini e proprietari non dovranno pagare l’acconto TASI a giugno ma in autunno (rinvio inserito come emendamento al Decreto IRPEF e previsto in apposito decreto legge).

Approfondisci

L’attesa proroga per l’acconto TASI nei Comuni che non hanno deliberato in tempo è arrivata: la nuova scadenza è il prossimo 16 ottobre, come confermato dal Decreto approvato in CdM il 6 giugno, che di fatto ripropone il contenuto dell’emendamento inserito nella legge di conversione del Decreto IRPEF (Dl 66/2014).

I dettagli della proroga TASI:

  • nei Comuni in cui c’è delibera approvata entro il 23 maggio 2014, si paga l’acconto entro il 16 giugno in base alle aliquote decise dall’ente locale;
  • nei Comuni in cui si delibera entro il 10 settembre l’acconto è prorogato al 16 ottobre; nei Comuni senza delibera al 10 settembre, la TASI sarà versata per intero il 16 dicembre con aliquota  1 per mille (gli inquilini ne verseranno il 10%).
Approfondisci

Pubblicate dall’Agenzia delle Entrate le nuove specifiche tecniche per l’accesso al Bonus ristrutturazione, concesso in caso di interventi di recupero del patrimonio edilizio, alle quali bisognerà fare riferimento a partire dalle comunicazioni relative al secondo semestre 2013 e da inviare entro il 31 luglio 2014. Le regole riguardano più in particolare la comunicazione dei dati relativi ai bonifici bancari effettuati per il pagamento di interventi di ristrutturazione per i quali si ha diritto alla detrazione IRPEF del 50%in 10 anni (articolo 1, comma 1, della legge 27 dicembre 1997, n. 449).

Bonifici

Le nuove specifiche, che recepiscono le direttive comunitarie in materia, vedono modificata la lunghezza del campo relativo al codice di riferimento dell’operazione (CRO). Il nuovo tracciato record, che modifica quello previsto dall’allegato 1 al provvedimento del 10 marzo 2005, dovrà essere utilizzato a partire dalle comunicazioni relative al secondo semestre del 2013 la cui scadenza per l’invio è fissata al prossimo 31 luglio.

Approfondisci