News

0882.33.34.27

info@casaemutuo.net

La tassazione sulla casa in continua evoluzione porta i contribuenti a fare i conti con ulteriori novità in sede di dichiarazione dei redditi 2014: nuovi campi IMU nei modelli 730 e Unico PF, nuovi calcoli per la rendita catastale, nuova IRPEF sulle case sfitte, nuove situazioni particolari, nuovi incentivi per la cedolare secca. Vediamo come si riportano le tre tasse sugli immobili nel Modello 730/2014 e in UNICO PF partendo dalla regola generale:

  • IMU e Mini IMU in sostituzione dell’IRPEF;
  • IRPEF (al 50%) per immobili non locati nello stesso comune dell’abitazione principale, anche se assoggettati a IMU.
  • Cedolare secca ulteriormente ridotta per affitti a canone concordato.
Approfondisci

Fra TASI, TARI e IMU, le tasse sugli immobili in questo 2014 raggiungono nuovi record, ma la crisi del mercato immobiliare fa scendere il prelievo legato ai trasferimenti di proprietà dell’immobili (compravendite) e le novità legislative rivitalizzano il mercato degli affitti, come la riduzione della cedolare secca sui canoni concordati. Vediamo una scheda su tutte le principali novità, fiscali e normative, relative al mercato immobiliare 2014 cercando anche di calcolarne il peso per le tasche dei proprietari

Tasse sulla proprietà

La Cgia di Mestre (report compatativo 2007-2014) calcola che quest’anno i proprietari di immobili pagheranno più imposte, nonostante la diminuzione delle tasse sul trasferimento di proprietà e di un andamento stabile di quelle sulla reddidività degli immobili. A salire è l’imposizione sulla proprietà, che costerà 32,5 miliardi (+4,6 mld rispetto al 2013).

Quindi, nel 2014 si pagherà di più dell’anno scorso e, rispetto al 2007 parliamo di +28%, con il seguente dettaglio:

  • Trasferimento (Iva, bollo e registro, Catasto): -23%
  • Redditività (Irpef, Ires): +1%
  • Proprietà (IMU, TASI e TARI nella IUC): +88%.
Approfondisci

Il Governo sta studiando il modo di rendere il Bonus Mobili un’agevolazione strutturale, o almeno di prorogarlo fino al 2020 (detrazioni IRPEF come incentivo all’acquisto di arredi ed elettrodomestici associati ad una ristrutturazione edilizia agevolata). Con il Piano Strategico Nazionale per il Turismo potrebbero arrivare anche detrazioni ad hoc per gli alberghi.

Bonus Mobili

Ad annunciarlo è stato il sottosegretario allo Sviluppo Economico, Simona Vicari, all’inaugurazione del Salone del Mobile di Milano. Necessario, tuttavia, trovare le coperture necessarie a garantire la proroga alle detrazioni del 50% previste dal DL Ecobonus 63/2013 e concesse a chi acquista mobili ed elettrodomestici ad alta efficienza in fase di ristrutturazione.

Approfondisci

Per la prima rata TASI-IMU 2014 (non applicata alle abitazioni principali), per sapere quanto pagare di tassa sugli immobili si deve guardare la delibera del proprio Comune di appartenenza, con specifiche aliquote, agevolazioni e regole particolari. Ma quest’anno, oltre al rebus sull’entità della tassa ignota fino all’ultimo minuto (la scadenza del 31 maggio per le delibere è a ridosso del termine di pagamento del 16 giugno), si aggiunge il caos sul numero di rate.

Rata unica a saldo

I proprietari di prime case in tutti quei Comuni in cui non ci sarà una nuova delibera sulla Tasi-IMU 2014 entro la scadenza non pagano l’acconto del 16 giugno:

il comune è tenuto ad effettuare l’invio, esclusivamente in via telematica, della predetta deliberazione, entro il 23 maggio 2014, mediante inserimento del testo della stessa nell’apposita sezione del Portale del federalismo fiscale

Approfondisci