News

0882.33.34.27

info@casaemutuo.net

prima_casaL’agevolazione per l’acquisto della “prima casa” spetta anche all’acquirente che già sia proprietario di un’altra abitazione (ovunque ubicata) acquistata con la medesima agevolazione, a condizione che quest’ultima sia ceduta entro un anno dal nuovo acquisto; il beneficio fiscale non spetta invece a chi compra una casa ubicata in un Comune nel quale il compratore stesso già abbia la proprietà di un’altra abitazione (per effetto di un acquisto al quale non venne applicata l’agevolazione “prima casa”), anche nel caso in cui essa venga alienata entro un anno dal nuovo acquisto.

Approfondisci

mutuo-prima-casaIl Fondo di garanzia per l’acquisto dell’abitazione principale funziona, con richieste per 808 milioni di euro in un anno, in larga parte per mutui prima casa: lo rivela il consueto report ABI, facendo il punto sullo strumento introdotto con la Legge di Stabilità 2014 e operativo dal febbraio 2015. Il Fondo Garanzia prima casa copre il 50% della quota capitale, fino a 250 milioni di euro, con una corsia preferenziale per le giovani coppie. Il mutuo può essere chiesto anche interventi di riqualificazione energetica.

Approfondisci

detrazioni_fiscaliLa detrazione fiscale per interventi di ristrutturazione edilizia è un’agevolazione strutturale, fissata originariamente (dl 201/2011) al 36% per un importo complessivo non superiore a 48.000 euro per unità immobiliare. Aliquota e tetto, tuttavia, possono variare: la Legge di Stabilità (208/2015), per esempio, concede per il 2016 un bonus del 50% fino a 96.000 euro di spesa per immobile. Dal 1° gennaio 2017, in assenza di altre modifiche, la detrazione ritornerà al 36% con il limite di 48.000 euro.

Approfondisci

ripresa_ediliziaPrimi segnali di ripresa per il settore delle costruzioni, dopo ben 8 anni di flessione: ad annunciare l’inversione di tendenza è l’ANCE, l’Associazione Nazionale dei Costruttori Edili, sulla base delle previsioni effettuate per quest’anno nel documento sulla congiuntura di febbraio 2016. Le proiezioni sono frutto delle rilevazioni sull’economia italiana nel complesso, che nel 2015 è tornata a crescere con un aumento del +0,9% del PIL rispetto al 2014 e si prevede che nel 2016 l’aumento sarà più sostenuto e pari al +1,4%.

Approfondisci