0882.33.34.27

info@casaemutuo.net

accise sull'energiaL’IVA pagata sulle accise in bolletta va rimborsata, a stabilirlo è stato un giudice di pace di Venezia. Il caso in esame riguardava una bolletta dell’ENEL, chiamata a restituire l’IVA presente nella bolletta di gas ed elettricità, calcolata anche sulle accise, all’utente che aveva presentato ricorso. Si trattava in particolare dell’IVA indebitamente pagata su 8 fatture per la fornitura di gas e 12 per l’elettricità, per un totale di 103,78 euro, più interessi e spese. Il giudice si è basato sul principio esposto dalla Corte di Cassazione, in seduta 3671/97, secondo il quale, salvo deroga esplicita, un’imposta non costituisce mai base imponibile per un’altra.

Approfondisci

TAX and Scissors (clipping path included)Un taglio tasse da 50 miliardi in cinque anni, iniziando nel 2016 da TASI, IMU e imbullonati, proseguendo con IRES, IRAP e IRPEF: è il programma annunciato dal premier Matteo Renzi in materia di politiche fiscali. Diverse le reazioni, dal sì dei sindaci alle perplessità delle opposizioni e di aree della stessa maggioranza, come la sinistra del PD.

La circostanza che il premier ha scelto per lanciare la proposta, l’assemblea del PD a EXPO 2015, fa pensare a una mossa o sfida politica che non manca di suscitare reazioni all’interno del partito, con l’ala sinistra che accusa il premier-segretario di demagogia sottolineando la somiglianza con simili annunci fatti, in passato, dall’ex premier Silvio Berlusconi. Il premier non solo non si sottrae al paragone ma in qualche modo rilancia, visto che prima ha parlato di “rivoluzione copernicana” nel rapporto fra Fisco e contribuenti e poi ha trasformato la proposta in un “patto con gli Italiani“, formula simile a quello che utilizzò Berlusconi nella campagna elettorale del 2001.

Il “patto” Renzi

Renzi, però, a differenza del Cavaliere 15 anni fa, parla da premier: al di là delle considerazioni sull’opportunità e sul significato politico delle affermazioni, vediamo con precisione come si configura la proposta. Spiega:

Approfondisci

equitaliaNovità per le cartelle esattoriali emesse da Equitalia: con il bollettino Rav possibile pagare anche avvisi e rate grazie al Protocollo d’Intesa sottoscritto tra Equitalia e le due reti di ricevitorie Lottomatica e Sisal, avviato nel 2013 nell’ambito del progetto “Reti Amiche”.

Modalità di pagamento

Presso i punti vendita Lottomatica e SisalPay possono ora essere pagate sia le cartelle Equitalia, che altri atti esattoriali, come i bollettini del piano di rateizzazione, gli avvisi di intimazione e i solleciti di pagamento, consegnando alla ricevitoria il bollettino Rav allegato ai documenti trasmessi da Equitalia.

A rendere nota questa nuova possibilità è stata la stessa Equitalia con un comunicato stampa. Tra i canali di pagamento attivati dall’Ente di riscossione, in alternativa ai propri sportelli, oltre alle reti di Sisal e Lottomatica, ricordiamo: le filiali bancarie, gli uffici postali e i tabaccai convenzionati con banca ITB. Sono inoltre state abilitate le seguenti modalità telematiche di pagamento, con opzione di aggiornamento degli importi:

  • la piattaforma integrata dei pagamenti Equitalia;
  • l’home banking del proprio istituto di credito se consorziato a CBI e aderente al servizio CBILL.
Approfondisci

rent-to-buyIl Consiglio nazionale del Notariato ha pubblicato online un vademecum contenente le 10 principali cose da sapere sul Rent to buy, insieme a uno schema tipo sul contratto di godimento in funzione della successiva alienazione di immobili, introdotto nel nostro ordinamento dallo Sblocca Italia (art. 23 del D.L. 12.9.2014, n. 133), che è stato convertito con la Legge 11.11.2014, n. 164.

Tipologie di immobili

Tra le informazioni più importanti sul Rent to buy messe nero su bianco dal Notariato, figura la precisazione che il conduttore non è obbligato a comprare casa dopo il periodo di “affitto”. Le parti possono concordare che il conduttore sia obbligato ad acquistare entro un termine di tempo che può essere generalmente di 10 anni. Il Rent to buy può riferirsi a qualsiasi immobile (se è in costruzione, il contratto continua ad avere effetto anche se l’impresa fallisce): appartamenti, autorimesse, cantine, negozi, uffici, capannoni, negozi, terreni.

Approfondisci

178