News

0882.33.34.27

info@casaemutuo.net

equitaliaNovità per le cartelle esattoriali emesse da Equitalia: con il bollettino Rav possibile pagare anche avvisi e rate grazie al Protocollo d’Intesa sottoscritto tra Equitalia e le due reti di ricevitorie Lottomatica e Sisal, avviato nel 2013 nell’ambito del progetto “Reti Amiche”.

Modalità di pagamento

Presso i punti vendita Lottomatica e SisalPay possono ora essere pagate sia le cartelle Equitalia, che altri atti esattoriali, come i bollettini del piano di rateizzazione, gli avvisi di intimazione e i solleciti di pagamento, consegnando alla ricevitoria il bollettino Rav allegato ai documenti trasmessi da Equitalia.

A rendere nota questa nuova possibilità è stata la stessa Equitalia con un comunicato stampa. Tra i canali di pagamento attivati dall’Ente di riscossione, in alternativa ai propri sportelli, oltre alle reti di Sisal e Lottomatica, ricordiamo: le filiali bancarie, gli uffici postali e i tabaccai convenzionati con banca ITB. Sono inoltre state abilitate le seguenti modalità telematiche di pagamento, con opzione di aggiornamento degli importi:

  • la piattaforma integrata dei pagamenti Equitalia;
  • l’home banking del proprio istituto di credito se consorziato a CBI e aderente al servizio CBILL.
Approfondisci

rent-to-buyIl Consiglio nazionale del Notariato ha pubblicato online un vademecum contenente le 10 principali cose da sapere sul Rent to buy, insieme a uno schema tipo sul contratto di godimento in funzione della successiva alienazione di immobili, introdotto nel nostro ordinamento dallo Sblocca Italia (art. 23 del D.L. 12.9.2014, n. 133), che è stato convertito con la Legge 11.11.2014, n. 164.

Tipologie di immobili

Tra le informazioni più importanti sul Rent to buy messe nero su bianco dal Notariato, figura la precisazione che il conduttore non è obbligato a comprare casa dopo il periodo di “affitto”. Le parti possono concordare che il conduttore sia obbligato ad acquistare entro un termine di tempo che può essere generalmente di 10 anni. Il Rent to buy può riferirsi a qualsiasi immobile (se è in costruzione, il contratto continua ad avere effetto anche se l’impresa fallisce): appartamenti, autorimesse, cantine, negozi, uffici, capannoni, negozi, terreni.

Approfondisci

IMUEsiste un solo caso in cui è possibile considerare pertinenze dell’abitazione principaleai fini TASI-IMU, applicando quindi l’aliquota prima casa, due immobili accatastati nella stessa categoria: quello in cui le due pertinenze (per esempio, un solaio e una cantina, entrambi C2), siano accatastate insieme all’abitazione principale. Vediamo una breve guida di riepilogo sulle pertinenze della prima casa ai fini TASI e IMU, utile per chiarire alcuni dubbi frequentemente sollevati dal contribuente.

Regole sulle tre pertinenze

La regola base è la seguente: si possono conteggiare un massimo di tre pertinenzeper un’abitazione principale. Le pertinenze devono essere necessariamente accatastate in una delle seguenti categorie:

  • C2 (magazzini e locali di deposito come cantine e solai);
  • C6 (stalle e scuderie, garage);
  • C7 (tettoie chiuse o aperte).
Approfondisci

mutuo_image

Grande successo per il Fondo di Garanzia per la prima casa: a febbraio, primo mese di piena operatività, boom di richieste, per un totale di 27,7 milioni di euro di nuovi mutui accesi. Si tratta, come sottolinea l’ABI, che ha comunicato i dati aggiornati, di un’iniziativa volta a spingere ulteriormente lo sviluppo del mercato dei mutui che già ha fatto registrare una fase di rilancio, con un’impennata relativa a tutto il 2014 del +32,5% rispetto al 2013 e un ammontare complessivo di circa 25,3 miliardi di euro.

Fondo di Garanzia Casa

Il Fondo di Garanzia Casa, lo ricordiamo, permette di contare sulla garanzia dello Stato per il 50% della quota capitale dei finanziamenti concessi in caso di mutui fino a 250 mila euro, stipulati per l’acquisto, la ristrutturazione e l’aumento dell’efficientamento energetico degli immobili destinati ad abitazione principale.

Approfondisci