certificazione energetica Archives - Casa & Mutuo Agency

0882.33.34.27

info@casaemutuo.net

All posts tagged certificazione energetica

Nel passaggio in Parlamento del Decreto efficienza energetica, che recepisce la Direttiva 2012/27/UE sul tema, le Commissioni Industria del Senato e Attività produttive della Camera hanno chiesto che venga stabilizzato il cosiddetto Ecobonus, e che venga determinato un quadro di regole uniformi sulla certificazione energetica degli edifici.

Ecobonus

Per quanto riguarda l’Ecobonus si vorrebbe fare in modo che le detrazioni fiscali per gli interventi di riqualificazione energetica risultino più convenienti di quelle concesse per i lavori di ristrutturazione edilizia. Ad esempio viene richiesto che tra gli interventi di riqualificazione energetica da realizzare ogni anno sugli immobili della Pubblica Amministrazione rientrino anche le Amministrazioni centrali e gli immobili di proprietà delle Regioni e degli altri Enti territoriali. Proprio per l’efficientamento energetico degli immobili della PA la Commissione Attività produttive della Camera ha chiesto lo stanziamento di ulteriori risorse.

Approfondisci

APE IN POCHI CASI – LA CERTIFICAZIONE NON È NECESSARIA PER INTERVENTI «MINORI» COME INFISSI, PANNELLI SOLARI E CALDAIE

Non solo nuove realizzazioni, compravendita e affitto di immobili. L’attestato di prestazione energetica è fondamentale anche per chi ristruttura casa e deve dimostrare di aver “spinto” sull’efficienza energetica e di poter così accedere alla detrazione del 55/65 per cento.
A stabilirlo è il comma 1-ter dell’articolo 6 del Dlgs 192/2005, modificato dal Dlgs 311/2006 e in vigore dal 1° gennaio del 2007. In caso di riqualificazione in chiave sostenibile di un immobile, l’Ape (in precedenza Ace) è uno dei documenti fondamentali per ottenere l’incentivo. Ragione per cui la spesa necessaria per redigerlo può essere anch’essa detratta. Il documento deve essere compilato e conservato concluse le opere, insieme all’Attestato di qualificazione energetica e alla scheda informativa dell’intervento (questi ultimi due, devono anche essere inviati per via telematica all’Enea entro 90 giorni dalla fine dei lavori).

Approfondisci

L’ATTESTATO DI PRESTAZIONE ENERGETICA NELL’ANALISI OPERATIVA DEL NOTARIATO
Il Consiglio nazionale del notariato con lo studio 657/2013/C ha illustrato in una dettagliatissima analisi la disciplina della certificazione energetica. Lo studio evidenzia, preliminarmente, che con il Dl 63/2013 è stata data attuazione alla nuova direttiva comunitaria in materia di rendimento energetico nell’edilizia:
– da un lato, viene soppresso l’attestato di certificazione energetica, definito come il documento attestante la prestazione energetica ed eventualmente alcuni parametri energetici caratteristici dell’edificio;
– dall’altro, viene introdotto, in suo luogo, l’attestato di prestazione energetica, definito come il documento, redatto e rilasciato da esperti qualificati e indipendenti che attesta la prestazione energetica di un edificio attraverso l’utilizzo di specifici descrittori e fornisce raccomandazioni per il miglioramento dell’efficienza energetica.
La finalità di tale attestato è quella di essere chiamato a svolgere il ruolo di strumento di “informazione” del proprietario, dell’acquirente (anche a titolo gratuito) e/o del locatario circa la prestazione energetica e il grado di efficienza energetica degli edifici.

Approfondisci

 All’«Ape» non si allega il libretto di impianto

All’attestato di Prestazione energetica (Ape) che, a pena di nullità, va allegato ai contratti di compravendita, donazione e locazione, non deve essere unito il «libretto di impianto»: lo sostiene una nota del consiglio nazionale del Notariato.
Il dubbio emergeva perché l’articolo 6, comma 5, del Dlgs 192/2005 (modificato dal Dl 63/2013) dispone che i libretti di impianto «sono allegati» all’attestato di prestazione energetica: quindi, visto che l’allegazione al contratto di un Ape incompleto può essere intesa come «mancata allegazione» è importante stabilire come l’Ape si componga per poterlo correttamente allegare.

Approfondisci