APE Archives - Casa & Mutuo Agency

0882.33.34.27

info@casaemutuo.net

All posts tagged APE

Pubblicato in Gazzetta Ufficiale il Dlgs 102/2014 che recepisce la Direttiva 2012/27/UE e dà il via ad un Piano da 800 milioni di euro per gli interventi di riqualificazione energetica, introducendo tra le novità del testo definitivo i bonus volumetrici per gli edifici efficienti. In sostanza il decreto recante “Attuazione della direttiva 2012/27/UE sull’efficienza energetica, che modifica le direttive 2009/125/CE e 2010/30/UE e abroga le direttive 2004/8/CE e 2006/32/CE”, in vigore dal 19 luglio, incentiva la riduzione dei consumi energetici degli edifici nuovi ed esistenti consentendo un aumento di volumi e spessori e con deroghe alle distanze minime. Il decreto prevede che l’ENEA predisponga ogni 3 anni una proposta per la riqualificazione energetica degli edifici residenziali e commerciali, sia pubblici che privati. Tra gli obiettivi quello di portare il maggior numero di edifici a Energia Quasi Zero (come previsto dal Dlgs 192/2005) e di ottenere una riduzione dei consumi di energia primaria del -20% entro il 2020.

Approfondisci

APE IN POCHI CASI – LA CERTIFICAZIONE NON È NECESSARIA PER INTERVENTI «MINORI» COME INFISSI, PANNELLI SOLARI E CALDAIE

Non solo nuove realizzazioni, compravendita e affitto di immobili. L’attestato di prestazione energetica è fondamentale anche per chi ristruttura casa e deve dimostrare di aver “spinto” sull’efficienza energetica e di poter così accedere alla detrazione del 55/65 per cento.
A stabilirlo è il comma 1-ter dell’articolo 6 del Dlgs 192/2005, modificato dal Dlgs 311/2006 e in vigore dal 1° gennaio del 2007. In caso di riqualificazione in chiave sostenibile di un immobile, l’Ape (in precedenza Ace) è uno dei documenti fondamentali per ottenere l’incentivo. Ragione per cui la spesa necessaria per redigerlo può essere anch’essa detratta. Il documento deve essere compilato e conservato concluse le opere, insieme all’Attestato di qualificazione energetica e alla scheda informativa dell’intervento (questi ultimi due, devono anche essere inviati per via telematica all’Enea entro 90 giorni dalla fine dei lavori).

Approfondisci

 All’«Ape» non si allega il libretto di impianto

All’attestato di Prestazione energetica (Ape) che, a pena di nullità, va allegato ai contratti di compravendita, donazione e locazione, non deve essere unito il «libretto di impianto»: lo sostiene una nota del consiglio nazionale del Notariato.
Il dubbio emergeva perché l’articolo 6, comma 5, del Dlgs 192/2005 (modificato dal Dl 63/2013) dispone che i libretti di impianto «sono allegati» all’attestato di prestazione energetica: quindi, visto che l’allegazione al contratto di un Ape incompleto può essere intesa come «mancata allegazione» è importante stabilire come l’Ape si componga per poterlo correttamente allegare.

Approfondisci